Google duplex

Giorni importanti per gli amanti del tech, ma non solo, con Google che presenta il meglio dell’ innovazione all’ I/O 2018.

L’evento della multinazionale ha come scopo proprio quello di mostrare al mondo le nuove invenzioni tecnologiche made by Google.

Tra le creazioni hi-tech la  compagnia ha presentato una feature alla quale sta lavorando e che verrà prossimamente introdotta nell’assistente, attraverso futuri aggiornamenti.
Trattasi di DUPLEX: una funzione che avvicina ancor di più il google assistant a un vero e proprio assistente personale, permettendogli di gestire diverse mansioni tra cui gestire chiamate ed interagire con impiegati di negozi o, ad esempio, fissare appuntamenti per un taglio di capelli o altri servizi.

Fin qui, per quanto l’applicazione sarebbe interessante non riscontriamo niente di eccezionale: parliamo con gli assistenti virtuali da anni, basti pensare che Siri è stato rilasciato nel lontano 2011.

Il tutto diventa quasi surreale però quando si vede la presentazione e improvvisamente ci si ritrova catapultati in futuro alla “blackmirror”: l’assistente oltre a recepire senza esitazione i comandi datigli reagisce alla conversazione come una vera persona, imitando anche gli mh-mmh tra una risposta e l’ altra col suo interlocutore.

Certo l’esempio mostrato durante la conferenza è sicuramente il migliore ottenuto tra centinaia, se non migliaia, di test e la casa di Mountain View lascia intendere che ci vorrà del tempo prima che possa essere un servizio utilizzabile dalle persone. Tuttavia vedere l’ esperimento riuscito e più in generale l’ utilizzo di AI, sempre più adattato e contestualizzato alle necessità quotidiane, lascia pensare che quel FUTURO in cui macchine e robot sostituiranno i lavori umani è sempre più PRESENTE